Officina Autorizzata Revisione Veicoli

     

   

   ORDINANZA SUL BOLLINO BLU


CONTROLLA L'EFFICIENZA DEL VEICOLO


 

 

 

 

SEGUE UNA SINTESI DELL’ORDINANZA SUL BOLLINO BLU

Ordinanza n. 3803/OS del 25-11-96

Controllo obbligatorio delle emissioni dei veicoli a motore
Istituzione del divieto di circolazione nel territorio comunale agli autoveicoli che non siano in condizioni di garantire il contenimento delle emissioni inquinanti nei limiti previsti dalla direttiva Cee ( certificati dal Bollino Blu ), compresi quelli provvisti di dispositivi ecologici di scarico o di impianto di alimentazione a gas

Autoveicoli soggetti a controllo :

- veicoli immatricolati entro il 31/12/83 (decorrenza divieto 01/03/97)
- veicoli immatricolati dal 01/01784 al 31/12/86 (decorrenza divieto 01/05/97)
- veicoli immatricolati dal 01/01/87 al 31/12/88 (decorrenza divieto 01/07/97)
- veicoli immatricolati dal 01/01/98 al 31/12/90 (decorrenza divieto 01/07/97)
- veicoli immatricolati dal 01/01/91 e veicoli catalizzati con oltre tre anni di vita o con percorrenze superiori ai 40.000 km (decorrenza divieto 01/01/98)

Sono esclusi dal divieto di circolazione:

- autoveicoli sottoposti semestralmente al controllo strumentale dei gas di scarico che espongono il certificato di rispondenza delle emissioni ai limiti di legge: Bollino Blu;
- autoveicoli a trazione elettrica;
- autoveicoli catalizzati, anche con retrofit, con meno di tre anni di immatricolazione e/o percorrenza inferiore ai 40.000 km, che espongano il contrassegno ministeriale indicante che il veicolo è dotato di un sistema di abbattimento delle emissioni;
- autoveicoli registrati come auto storiche;
- autocarri di massa complessiva a pieno carico superiore a 35 quintali;
- autoveicoli con targa non civile;
- autoveicoli sottoposti a revisione periodica effettuata dagli uffici provinciali della Motorizzazione civile;
- ciclomotori e motocicli;
- veicoli immatricolati fuori provincia ed i cui conducenti non siano residenti nel comune di Palermo.

E’ consentita la circolazione a tutti gli autoveicoli nelle zone a monte di Viale Regione siciliana e nelle seguenti strade:

- via Crispi, via Cala, Foro Umberto I, via Ponte di Mare, via Messina Marine, via Galletti, piazza Giachery, via Montepellegrino, piazza Generale Cascino, via Imperatore Federico, piazza Leoni, viale del Fante (tratto da piazza Leoni e via Cassarà), via Cassarà, via A. De Gasperi (tratto da via Cassarà a viale Strasburgo), via Ausonia (tratto da via De Gasperi a via Belgio), via Belgio, viale Strasburgo (tratto da via Belgio a via De Gasperi), viale Regione siciliana.



ORDINANZA N. 412/O.S. DEL 15/03/2002

Oggetto: Rispetto dei limiti delle emissioni inquinanti.
Regolamentazione e validità del bollino blu.

IL SINDACO

PREMESSO CHE il traffico veicolare è, nella nostra città, la principale causa di formazione degli inquinanti atmosferici, l’esposizione ai quali costituisce un potenziale rischio per la popolazione;

CHE questa Amministrazione, essendosi posta tra i propri obiettivi primari, la salvaguardia della salute pubblica, ha inteso ed intende attuare misure ed interventi finalizzati al perseguimento e mantenimento delle condizioni di vivibilità dell’ambiente, inteso quest’ultimo come habitat nel quale il cittadino si esprime ;

VISTA la propria ordinanza n. 2280 del 12/02/2002, con la quale sono stati individuati i criteri per la circolazione veicolare nelle vie cittadine a rischio di episodi acuti di inquinamento, in ossequio alla vigente normativa che,dettata al fine di prevenire gli stessi, dà facoltà ai comuni di imporre obblighi, divieti e limitazioni, in materia, a tutela del patrimonio artistico, naturale e ambientale;

CONSIDERATO CHE la suddetta circolazione è, ai sensi della direttiva del Ministero dei lavori pubblici 7 luglio 1998, subordinata al possesso di una attestazione di rispondenza delle emissioni inquinanti dei veicoli a determinati livelli;

CHE, secondo quanto prescritto dall’art. 5 della citata direttiva, l’attestazione del rispetto dei limiti dell’emissioni inquinanti degli autoveicoli, ai fini del divieto della circolazione degli stessi, deve essere effettuata mediante l’esibizione di un bollino autoadesivo di colore blu, valido su tutto il territorio nazionale, da applicare sul parabrezza dell’autoveicolo interessato e mediante il possesso di apposito certificato dal quale si deducano la data del controllo, la targa del veicolo ed i valori delle emissioni inquinanti rilevate;

CHE, secondo quanto prescritto dal successivo art. 7, la documentazione che attesta il rispetto dei limiti delle emissioni inquinanti rilasciata dai soggetti a ciò legittimati, la cui esistenza sul territorio del Comune di Palermo è stata preventivamente verificata ai sensi dell’art. 2, ha validità per non più di dodici mesi decorrenti dalla data di rilascio della stessa per tutti gli autoveicoli immatricolati dopo il 01/01/1988, e non più di sei mesi per gli autoveicoli immatricolati prima del 01/01/1988;

CHE, pertanto, ferme restando le previsioni in merito, di cui alla precedente ordinanza sindacale n. 3803/96, occorre, nell’ambito di obbligatorietà di esposizione del bollino blu, fissare, a rettifica della citata ordinanza sindacale emessa anteriormente alla direttiva 07/07/1998, la validità della documentazione di attestazione nei termini riportati al precedente capoverso, ad esclusione degli autoveicoli di cui all’art. 3 delle direttive;

RITENUTO il presente provvedimento strumentalmente finalizzato alla salubrità dell’ambiente, per il raggiungimento degli obiettivi di cui in premessa;

VISTI gli artt. 7 e 79 del Decreto Legislativo 30/04/1992 n. 285;

VISTO l’allegato al Decreto del Ministro dei Trasporti e della Navigazione 28/02/1994;

VISTA la Direttiva 7 luglio 1998 del Ministero dei Lavori Pubblici;

VISTA l’Ordinanza Sindacale n. 3803 del 25/11/1996;

VISTA l’Ordinanza Sindacale n. 2280 del 12/02/2002;

ATTESA la propria competenza, giusta decreto ministeriale del 20/05/1991 e direttiva 7 luglio 1998 del Ministero dei lavori pubblici

ORDINA

1. DI MUNIRSI della prescritta documentazione attestante il rispetto dei limiti delle emissioni inquinanti, dando atto che la validità della stessa è di mesi 6, decorrente dalla data del rilascio, per gli autoveicoli immatricolati prima del 01/01/1988 e di mesi 12, decorrente dalla data del rilascio, per gli autoveicoli immatricolati dopo il 01/01/1988, ad esclusione degli autoveicoli del tipo omologato ai sensi della direttiva comunitaria 91/441 e successivi aggiornamenti, immatricolati da non oltre quattro anni;

2. DI ESIBIRE il contrassegno autoadesivo (bollino blu), conforme alle caratteristiche del modello di cui al decreto del Ministero dei Trasporti e della Navigazione 28/02/1994, sul parabrezza dell’autoveicolo;

3. DI RICHIAMARSI, per quanto nel presente provvedimento non espressamente detto, sia con riferimento alla disciplina del bollino blu che al relativo regime sanzionatorio, alle previsioni dell’ordinanza sindacale n. 3803/96 conformi alla normativa successivamente emanata.

Gli ufficiali e gli agenti di cui all’art. 12 del Decreto Leg.vo 285/92 sono incaricati dell’esecuzione del presente provvedimento.

Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 gg. dall’esecutività dello stesso.



L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE                                                             IL SINDACO
Ing. Giovanni AVANTI                                                                  Avv. Diego Cammarata



 

Google

  Sezioni del Sito


Home Page

Centro Revisione & Bollino Blu

Officina Meccanica Auto & Moto

Assistenza & Vendita Pneumatici

Esposizione Cerchi in Lega

Elettrauto

Autolavaggio

Accessori Auto & Moto

Pronto Intervento Stradale

Dove Siamo

Tempo Libero

Informazioni Commerciali

 

  Copyright © 2006 Tutti i diritti d'autore sul materiale pubblicato appartengono ai rispettivi titolari per info: contattare l'azienda